domenica 19 novembre 2017

Pensavo

Foto di Paul Cooper

Scrivo qui da qualche mese ,e spesso i miei post più popolari sono nati proprio cosi, in quelle poche volte che sono riuscita a zittire la razionalità e ho lasciato che a parlare fossero i sentimenti

E poi succede  che un giorno incontri  qualcuno che non sentivi da tempo e mette il dito proprio lì, sul nervo scoperto

sabato 18 novembre 2017

Un Sabato qualunque

Non sarà un caso ma  devo ammettere che i miei pensieri li sbriglio  facilmente la mattina presto. Come adesso ,che sono le sei mezza e  riesco a stare seduta solo appoggiata e se mi muovo di scatto cado. Maledetta labirintite.

Che fatica andare avanti, lo devo ammettere .Questo è il mio tempo, il tempo degli incastri, della fatica e delle cadute ( grazie a Dio per il momento  senza danni gravi, tranne qualche ammaccatura al cuore ma ci sta ) , i tentativi di   semplificare le cose, I pensieri e  lasciare che ti scivolino addosso ;  ridurre le ansie e convincersi di non essere invincibile.Eh vabbè,
tutto coincide.
Io questa la chiamo la "mia ricerca" ,quella dei cinquanta,quella che non si ferma e ti ritrovi a guardarti dentro   , osservando il resto del mondo, facendo confronti critici e costruttivi. E impari a viverla diversamente,  oh sì.E succede che poi  ti alleggerisci. Le cerchi proprio le cose leggere, non tanto quelle frivole  ma proprio quelle che riducono il tuo peso specifico.
E ti rendi conto che non esistono i fallimenti,  e la tua si può chiamare  solo Crescita. Qualcuno un giorno mi disse che si poteva chiamare cambiamento ..beh si sbagliava e di grosso.

 Ecco, ora prendo  la pillolina del miracolo, quella che in teoria dovrebbe mettere a riposo la vertigine e che invece non fa un ficosecco. Anche perchè oggi ho intenzione di uscire cavoli. perchè di guardare il cielo e le nuvole dalla finestra proprio non mi va

buon sabato



venerdì 17 novembre 2017

In quel di Venerdì 17 Novembre

Foto mia
In questo preciso momento   nel forno cuoce una torta. La mia torta di mele e cannella, una ricetta che ho salvato nei ricordi di pomeriggi a casa di nonna da bambina con i quaderni sul tavolo  e l'astuccio  con le matite colorate. Mi succede sempre così quando sono costretta in casa, prigioniera di qualche malanno stagionale o come in questo caso da una fastidiosissima labirintite.Non ne posso più: oltre a non fidarmi ad uscire, niente corsa al parco, lezioni in accademia e lavoro. devo dormire sul lato sinistro, stare attenta a come mi alzo, non devo guardare all'ingiù.. questo stare  mi sta  logorando i nervi. E allora cucino. O almeno ci provo . Ieri ho preparato una zuppa dolcissima e gustosa, e nel pomeriggio provo con una lasagna particolare, con lo speck le patate e una besciamella leggera senza burro. Però, questo profumino ti prende proprio..sarà che fuori dalla finestra è tutto bellissimo e i colori dell'autunno meravigliosi ..ma io mi sento già meglio e voglio uscire !! Il mio Autunno è così :dopo aver creato in casa una calda atmosfera , e aver indossato qualcosa di confortevole, una delle cose che amo molto fare, una volta arrivato l'inverno, è cucinare dolci, soprattutto per gli altri. Mi scalda il cuore immaginare il sorriso che apparirà sul viso di chi , una volta varcata la porta di casa, lo accoglierà l'inconfondibile profumo di cose buone cucinate al forno .
 mi sa  che sto invecchiando. manca lo sciallino e la poltrona con la copertina e sono a posto

A Natale mia figlia,  che vive in Portogallo  non tornerà. Ed io ho una voglia  di quelle indescrivili di vederla toccarla ..ho voglia di raccontarmi di ascoltarla  ma lei sarà troppo impegnata e forse, così mi ha detto in videochiamata ieri verrà a maggio, in occasione di un concerto  ma si tratterrà di solo due giorni. cazzarola..tutto in una notte. Si perchè c'è da scommettere che dovrà salutare il mondo intero  come quando è partita che sono riuscita a strapparle un invito a paranzo  e una lettera  dolcissima .
Io ho già il biglietto aereo , ho già prenotato a sua insaputa perchè voglio fasrle una sorpresa di cinque giorni e andare a trovarla  anche se ho una fifa terribile dell'aereo e so che  sarà per la maggiore un viaggio in turbolenza e vado da sola . Quale miglior compagnia.  e se lei in quel fine settimana  non ci sarà?

fa niente, sarà la mia vacanza . Però che egoisti sono i figli a volte

lunedì 6 novembre 2017

Perchè c'è un'ordine segreto..

Foto mia
e i libri non puoi metterli a caso.
 L’altro giorno ho riposto Cervantes accanto a Tolstoj.
 E ho pensato: se vicino ad Anna Karenina c’è Don Chisciotte,
  di sicuro quest’ultimo farà di tutto per salvarla...

domenica 5 novembre 2017

Un pomeriggio con il naso all'insù

E   poi ti ritrovi   a pranzo in quella trattoria del centro con  una cara amica che non sentivi da anni  ,a chiacchierare di progetti,  ricordi,, difficoltà, fatiche, dubbi, gioie,  con  quella bellissima luce di un  primo   pomeriggio di Novembre, quel profumo di castagne che la signora accanto nel suo baldacchino sta offrendo a quei turisti ritardari e,  sentirsi completamente rigenerata. A volte ne hai bisogno, di staccare dalle solite cose, dagli orari impossibili di una vita frenetica e di raccontarti,  così, a cielo aperto , con il sorriso nel cuore, e i pensieri bui in quel cassetto che hai chiuso almeno in quello splendido pomeriggio a due passi dalla storia degli anni.E mentre me ne torno verso casa, con una musica dolce in sottofondo che non ci sta poi male ripenso a questo mio ultimo periodo,  dove sono stata  proprio bene e mi accorgo delle tante questioni che sento finalmente depositarsi sul fondo. A galla rimane  il bello che il mio entusiasmo , la mia forza costruiti anno dopo anno, avventura dopo avventura, mi hanno   saputo dare. Sono semplici pensieri è vero ,però fanno bene e se ogni tanti li fai uscire non potranno farti che bene.
E oggi è una Domenica dove dicono che pioverà , mi sa che si sono sbagliati perchè il cielo è bello e  l'aria frizzantina . Manca solo una nuvola che entri dalla mia finestra,così ,all'improvviso.
arriverà, lo so ,io la sto aspettando. Anzi ,incrociami le dita percchè forse già c'è

Foto mia


giovedì 2 novembre 2017

Il Bello delle donne

e a volte succede che arrivi a toccare il fondo, dove non hai più la voglia e non vedi e non senti i profumi che ti circondano ; ma poi quando meno te l'aspetti succede qualcosa, incontri  qualcuno,  arriva una bella notizia o rimani incantato da un tramonto in una sera qualsiasi e apri gli occhi sulla vita ed inizi ad apprezzare il tempo delle piccole cose, dei piccoli passi e tutto cambia. A me è successo esattamente così. Si,  ci saranno ancora incidenti di percorso , ti chiederai il perchè proprio a te   ma tutto serve tutto ha uno scopo in quello che ci succede e arriva nel momento dove noi siamo pronti ad accoglierlo. le persone cattive esistono sono  persone aride,  e ti toglieranno quel pò di energia che hai dentro, mineranno la tua autostima ,così come esistono  situazioni anomali .L'importante è non mollare, mai.

La vita è così, a volte ti sorprende

Foto mia

Questo era il commento che stavo lasciando sul post di Surfinia .  Dove leggendo ho rivisto com'ero qualche  tempo fa non molto lontano e ho deciso che qui  avrebbe avuto un senso  . Perché è anche questo quello  che noi  noi donne non abbiamo il coraggio di dire a volte